Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Benessere in armonia con la luna : le fasi lunari

Nei ventotto giorni della sua rotazione intorno alla terra, la luna mostra una sola parte, non gira su se stessa. Se, vista dalla terra, la luna si muove tra la terra e il sole, ci mostra la sua faccia oscura. Quasi non si vede perché di giorno è molto vicina al sole e sulla terra c’è luna nuova.

In questo periodo la luna rimane sempre da due a tre giorni nella stessa costellazione del sole. La luna nuova in gennaio si trova sempre nella costellazione del capricorno, in agosto in quella del leone e così via. Sul calendario la luna nuova è indicata normalmente con un disco scuro. Un lasso di tempo molto breve in cui esercita impulsi particolarmente forti su uomo, animali e piante. Chi, per esempio, digiuna in questo giorno, previene molte malattie perché la capacità di disintossicazione del corpo è al massimo.

Gli impulsi dei giorni di luna nuova non si avvertono tanto quanto quelli di luna piena perché il nuovo orientamento delle forze, da luna calante a luna crescente, non sono così forti come, viceversa, al plenilunio.

Già alcune ore dopo la luna nuova, sulla superficie lunare, muovendosi da sinistra a destra, appare una piccola falce della parte della luna esposta al sole: la luna crescente portandosi dietro i suoi influssi caratteristici comincia il suo cammino. I quattordici giorni circa di viaggio fino alla luna piena vengono anche definiti primo e secondo quarto. Tutto quello che viene somministrato al corpo per la rigenerazione ed il rafforzamento in queste due settimane agisce doppiamente. Quanto più la luna cresce, tanto più è, invece, difficile guarire da ferite e operazioni.

La luna ha compiuto metà del suo viaggio intorno alla terra. La faccia che mostra al sole è un chiaro disco rotondo: la luna piena. Nel calendario viene rappresentata da un disco chiaro. Anche le poche ore del plenilunio sprigionano sulla terra una forza che uomini, animali e piante percepiscono. I sonnambuli camminano nel sonno, le ferite sanguinano più abbondantemente, le erbe medicinali colte in questo giorno sprigionano maggiori forze, i distretti di polizia devono fare i conti con un incremento di violenza e di incidenti, le levatrici devono predisporre turni speciali.

La luna si sposta lentamente, la sua faccia scura fa la gobba da destra a sinistra, comincia la fase di luna calante che dura circa quattordici giorni (terzo e quarto quarto). In questo periodo le operazioni riescono meglio, mangiando un pochino più del solito non si ingrassa, tutto ciò che può servire alla disintossicazione dell’organismo è favorito molto di più che non in luna crescente.

LA LUNA CALANTE

Nei quattordici giorni di movimento della luna, da luna piena a luna nuova, domina un effetto sul corpo che rafforza determinate misure terapeutiche e preventive, mentre frena altre influendo sfavorevolmente. Si può ricordare che :

la luna calante depura, trasuda ed espira, asciuga, rafforza, invita l’attività e al dispendio di energie. L’effetto si rafforza tanto più si avvicina la luna nuova.

Potendo scegliere, sarebbe bene intraprendere in queste due settimane di luna calante delle misure per disintossicare l’organismo. In primavera una cura disintossicante a base di tè all’ortica ha un effetto preventivo e purificante che si mantiene per l’intero anno ; la stessa cura in luna crescente agisce meno bene o non ha effetto. La luna calante toglie e questo effetto può essere notato anche nelle faccende domestiche: la pulizia ed il bucato riescono meglio e con minore fatica che non in luna crescente. Un altro importante aspetto della luna calante è il fatto che le possibilità di riuscita di un’operazione sono maggiori e la successiva fase di guarigione più breve. Le ferite non sanguinano molto e non si formano cicatrici che bloccano il flusso di energie nel corpo.

LA LUNA NUOVA

In luna nuova le possibilità di disintossicazione del corpo sono al massimo. Inoltre questo giorno è particolarmente adatto per cominciare molte cose : liberarsi dalle cattive abitudini, come l’uso di alcool e nicotina. Le crisi di astinenza (che si presentano anche quando si smette di bere caffè) si mantengono nei limiti e anche psicologicamente si reagisce alla “perdita”.

LA LUNA CRESCENTE

Quello di luna crescente è il tempo della rigenerazione, dell’apporto :

La luna crescente determina progetta, accoglie, costruisce, inspira, accumula energie, raccoglie forze, invita al riguardo e al ristabilimento. Tanto maggiori gli effetti, quanto più si è vicini al plenilunio.

Tutto ciò che nel corso delle due settimane di luna crescente viene intrapreso per il rafforzamento del corpo e dei suoi organi, ha maggiore effetto che non in luna calante. L’organismo è pronto a ricevere e, nonostante si ingerisca la stessa quantità di cibo, si ingrassa. In luna crescente, più che in luna calante, si possono facilmente eliminare tutte le mancanze di minerali e vitamine. I preparati a base di magnesio, calcio e ferro agiscono meglio.

La ritenzione di acqua nel corpo e nelle gambe si presentano più spesso in luna crescente. Molte manifestazioni da avvelenamento, dalla puntura di una vespa fino all’intossicazione da funghi, in questo periodo sono più forti. Ad ogni modo, in luna crescente il corpo assorbe molto meglio anche le pomate.

Tanto più si avvicina alla luna piena, tanto più diminuiscono le possibilità di successo nelle operazioni e nel decorso postoperatorio e la cicatrizzazione è più forte.

LA LUNA PIENA

Anche quello del plenilunio è un buon giorno per digiunare proprio perché il corpo assorbe meglio tutti gli elementi - anche tutti gli additivi chimici presenti oggi nella nostra alimentazione. L’acqua si accumula più velocemente nei tessuti e il tessuto connettivo diventa più morbido. Il decorso postoperatorio è sfavorito in questo giorno e le ferite sanguinano di più.

Osservazioni condotte sulle conseguenze delle vaccinazioni hanno dimostrato che non si dovrebbe vaccinare nei tre giorni che precedono la luna piena e soprattutto nel giorno del plenilunio! E’ anche importante curare i bambini appena vaccinati per alcuni giorni come se fossero malati.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna