Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il bioritmo

Il bioritmo è una sorta di orologio interno che scandisce tre aspetti della vita di una persona: quello fisico, quello intellettuale e quello emozionale.
La teoria ha avuto origine alla fine dell'Ottocento da una intuizione di Herman Swoboda, un docente di psicologia all'Università di Vienna. Successivamente, essa viene sviluppata da un altro medico, W. Fliess (corrispondente epistolare con Freud), e da un ingegnere, Teltscher, che individua il ciclo intellettivo della durata di 33 giorni.

I tre bioritmi

Il bioritmo fisico evidenzia la capacità di resistenza del proprio organismo, i riflessi e le funzioni dei principali organi. Ogni ciclo dura 23 giorni.

Il bioritmo emotivo influisce sui sentimenti, sull'umore, sulla creatività e sul sistema nervoso. Ogni ciclo dura 28 giorni.

Il bioritmo intellettivo mostra le capacità di concentrazione, la memoria, l'ambizione, le funzioni logiche e analitiche dell'essere umano. Ogni ciclo dura 33 giorni.


I giorni positivi sono quelli in cui la curva mostra picchi di alta frequenza; sono questi periodi di scarica cellulare in cui l'organismo è in grado di sprigionare l'energia che aveva accumulato.

I giorni negativi, in cui la curva mostra valori di bassa frequenza, sono i periodi di ricarica cellulare, in cui l'organismo necessita riposo per recuperare le energie perse.

Giorni critici.

Un giorno è critico quando la curva del ciclo attraversa il punto zero, ovvero nel primo giorno di ogni fase e nel giorno che cade alla metà di ogni fase. In questi giorni dovremo prestare attenzione a come comportarci relativamente all'aspetto vitale considerato.

Sono invece detti semicritici i giorni che precedono e seguono i giorni critici.

I giorni in cui intersecano contemporaneamente il punto zero due delle tre curve dei bioritmi sono considerati doppiamente critici e i giorni in cui tutte le tre curve attraversano il punto zero sono considerati triplamente critici. In questi giorni è consigliata la massima cautela.

Il termine "critico" ha un valore relativo. Con esso ci si riferisce ad un periodo di cambiamento, durante il quale il nostro sistema vitale è in uno stato di flusso.

Curiosità


L'andamento delle tre curve dei bioritmi che caratterizza ogni nostra giornata, a partire dalla nostra data di nascita, è sempre differente fino al compimento di una "Età Bioritmica". Il primo nostro "compleanno bioritmico" avviene nel 58° anno e 68 giorni di età: in questo giorno si avrà la stessa situazione bioritmica della nostra nascita.

Ricerca statistica.
Alcune ricerche statistiche sugli ultra cinquantenni sembrano dimostrare che durante questi giorni "critici", specialmente quelli fisico ed emozionale, si è più predisposti agli incidenti, si manca di coordinazione, di giudizio e di prontezza.
Durante un giorno critico dal punto di vista emozionale, le persone sono più suscettibili a commettere errori quando parlano, a pronunciare espressioni irresponsabili, a litigare oppure ad ingaggiare delle dispute. Il giorno critico da un punto di vista intellettuale potrebbe essere causa di vuoti di memoria o di errori.

Esempio di diagramma di un bioritmo

 

Adesso che sapete tutto sui bioritmi non vi resta che vedere come sono i vostri e potete farlo cercando dei calcolatori di bioritmo su internet (ovviamente gratuiti) oppure potete fare come me e scaricare una delle tante app gratuite per il vostro smartphone!

Buona ricerca!!!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna